Attività: Ora et Sdijuna

 

 

ORA ET “SDIJUNA” – CAMPO SCUOLA GIOVANI 2014

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

 

 

di Tania Bonanno & Giorgia Mori

 

 
1.JPG

Da mille strade arriviamo a San Lorenzo in Vallegrascia
sentiamo l’eco della Parola che risuona ancora
da queste mura, da questo cielo per il mondo intero
è vivo oggi, è l’Uomo Vero Cristo tra noi.
Siamo qui sotto la stessa luce sotto la sua croce cantando ad una voce:
è l’Emmanuel, Emmanuel, Emmanuel.
è l’Emmanuel, Emmanuel”.

                                                                                                                                        

Sulle note della canzone “Emmanuel” (Inno della GMG 2000), modificata per l’occasione, abbiamo animato la liturgia di Domenica 7 Settembre nella chiesetta di San Lorenzo in Vallegrascia al termine del nostro mini Campo Giovani svoltosi dal 5 al 7 Settembre.

Il tema di quest’anno era “Camminiamo insieme”, prendendo spunto dalla Pedagogia della lumaca, ovvero l’elogio alla lentezza… eh si perché abbiamo avuto anche la strizzacervelli, cioè la mitica Maestra Laura!!!

Facendo riferimento al tema, le attività di riflessione si sono basate sull’amicizia fatta di condivisione, ringraziamento, saluto, empatia, intuito, dare e ricevere aiuto e così via. Per far ciò ci siamo divisi in gruppi, chi cucinava, chi puliva e chi preparava la liturgia, guidati ciascuno dai propri “Vecchi / Punti Luce”, primo fra tutti il nostro Parroco tuttofare Padre Luis che tra fornelli, detersivi e preghiere ha dato il massimo!

Nonostante le previsioni avverse, noi giovani della Valtesino abbiamo sfidato le nuvole minacciose e siamo arrivati all’Eremo di San Leonardo a trovare l’instancabile Padre Pietro, come sempre al lavoro. Da lì abbiamo provato a proseguire per la cascata nascosta del fiume Tenna, ma la strada era interrotta. Dopo un pranzo veloce veloce a causa dei nuvoloni che incombevano siamo tornati a casa, dove la maestra Laura e Padre Luis ci avevano preparato delle buonissime frittelle!

Per la sera erano in programma dei giochi di logica e l’attività “Se tu fossi” che si è trasformato in un dibattito aperto durante il quale ognuno esprimeva la sua opinione sul mondo di oggi.

Ogni occasione era buona per sdijunà (fare uno spuntino) e per concludere al meglio questa faticosa giornata, non potevamo far altro che premiarci con pennette aglio, olio e peperoncino alle 2 di notte!

Il campo si è concluso con il “deserto” e un lungo momento di riflessione su cosa ne era emerso e con la novità di quest’anno: il balletto della canzone “Aggiungi un posto a tavola” reinterpretato da noi… Il risultato? Risate a volontà per tutti!

Non potevamo ripartire a stomaco vuoto, perciò per non smentirci… braciole, arrosticini e salsicce sulla griglia per soddisfare anche il corpo, oltre l’anima, già piena di preghiere!

Tutto questo non sarebbe stato possibile se le nostre Coppie Guida, Loris e Giovanna, Federico e Francesca, Valentino e Renata, Massimo e Alexandra, oltre alla maestra Laura e Padre Luis, non avessero speso tempo e idee per organizzare il Campo Scuola e, quindi, li ringraziamo di cuore per averci regalato questi tre giorni!