Teatro: VALTESINO AMORE MIO:

VALTESINO AMORE MIO: GRASSE RISATE NEL SALONE PARROCCHIALE

--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

 

di Giorgia Morie Gessica Fares

 

 

 8.jpg

Una serata all’insegna della risata quella che si è svolta sabato 17 maggio nel nuovissimo Salone Parrocchiale Don Ubaldo Grossi della Parrocchia Madonna di Fatima.

Noi giovani della Parrocchia, infatti, abbiamo inaugurato il bellissimo palcoscenico appena rinnovato con una recita dedicata alla comicità, alla gioia e alla risata di cuore!

Ci siamo ispirati ai grandi della comicità e abbiamo provato a riproporre alcuni loro sketch più famosi.

Nonostante il breve tempo disponibile, tra impegni scolastici o lavorativi, grazie all’ impegno e all’aiuto reciproco siamo riusciti a ricreare in Valtesino un cabaret tutto nostro.

Lo spettacolo si componeva di cinque scenette.

La prima comica scenetta, tratta da “La signora delle camelie” di Gigi Proietti, ha divertito un mondo il pubblico grazie agli esilaranti malintesi del Conte Simone Duval e alla bravura degli attori Michela, Martina, Francesca, Lorenzo e Alessandro!

La seconda era tratta da “Anplagghed” di Aldo, Giovanni e Giacomo, in cui il fantastico trio nostrano (Marco, Matteo e Andrea) si è ritrovato “Al museo di arte moderna” tra gaff artistiche d’intenditori d’arte e non.

Poi sono comparsi sulla scena i famosissimi porcellini dall’accento marchigiano: risate a crepapelle con Peppa lu Porcu Roberto ed i suoi genitori (Adamo e Anna) alle prese con la malattia del fratellino Giorg (Maria Rita) curato da un “improbabile” dottore (Ester).

Per la scenetta “I cessi intasati”, tratta dallo sketch de La Premiata Ditta, il pubblico ha assistito all’ “intervista canora” di tre “bisognosi” in fila per il bagno! Al termine del tg è seguita la spassosa reclame della “Zappa 2.0” provvista di tutti i confort per il contadino. Cast: Remigio, Giada, Giorgia, Tania.

Infine è stata inscenato ancora uno sketchtratto da “Anplagghed” di Aldo, Giovanni e Giacomo, “La benedizione di Padre Alfredo”, con noi diventato un esilarante Padre Luca che insieme al neo – Cardinale Samuele tentano di truffare la nonnina Silvia!

Certo, gli inconvenienti non sono mancati ma alla fine lo spettacolo si è rivelato ben riuscito! Tutto ciò grazie al regista Emidio Mora, i tecnici audio Samuele Mori, Loris Bonanno e Maurizio Bonanno e ovviamente grazie all’aiuto di tutti i catechisti dei Gruppi Giovani e Post Cresima.

Ovviamente tra risate e divertimento, il pensiero era rivolto al nostro Luca che, insieme a noi ragazzi, ha recitato più volte sul palco. Come ricordava Alessio in un recente articolo de “L’Ancora”, chi può dimenticare la scena di Luca nelle vesti di un ubriaco che con la sua bravura ci ha fatto divertire tutti come non mai?

Il modo migliore per ricordare il nostro angelo è sicuramente questo: ridere, divertire, infondere gioia e spensieratezza! Perché, come la nostra presentatrice Gessica ha detto prima di dare inizio alla recita, <<Ridere è stare bene insieme, essere felici, rilassarsi, vedere il bicchiere mezzo pieno. Lo scopo di questa serata è proprio quello di farvi divertire, come il nostro amico Luca faceva con noi facendoci battute a volte “idiote” ma sempre con lo scopo di strapparci un sorriso!>>.