Riflessione : Catechesi sulla Fede: I Sacramenti

Catechesi sulla Fede

i Sacramenti

gesu.jpg

Non molto tempo fa mentre parlavo con una copia di fidanzati, chiedendo perché volessero sposarsi in Chiesa, mi dicevano: “Ci crediamo e vogliamo il Sacramento”. Ho chiesto “Cosa sono i Sacramenti?”, subito un po’ d’imbarazzo e risposte un po’ confuse per cui ho preso il catechismo della Chiesa e ho tentato di approfondire insieme ciò che essa intende per Sacramento. I sacramenti sono segni efficaci della grazia, istituiti da Cristo e affidati alla Chiesa, attraverso i quali ci viene elargita la vita divina. La grazia di Dio, la salvezza, la vita divina è donata a noi mediante segni, cioè mediante elementi di qualsiasi natura, visibile o comunque percepibile, che sono indicazione o manifestazione di qualcos’altro. I riti visibili con i quali i sacramenti sono celebrati significano e realizzano le grazie proprie di ciascun sacramento. Infatti, acqua, olio, vino, pane, anelli, sono elementi naturali che uniti a gesti e preghiere, nei sacramenti significano vita e salvezza.
In questo senso sono efficaci perché realizzano o trasmettono ciò che significano. Essi portano frutto in coloro che li ricevono con le disposizioni richieste. Sono stati istituiti tutti da Gesù Cristo nostro Signore per trasmettere a noi la Salvezza, la vita divina. Come ricorda il catechismo, i misteri della vita di Cristo costituiscono i fondamenti di ciò che, ora, Cristo dispensa nei sacramenti mediante i Ministri della sua Chiesa, poiché “ciò che era visibile nel nostro Salvatore è passato nei suoi sacramenti”, come affermava San Leone Magno. La Chiesa ha riconosciuto a poco a poco questo tesoro ricevuto da Cristo e ne ha precisato la dispensazione. I sacramenti sono “della Chiesa” in un duplice significato: sono «da essa» e «per essa». Sono «dalla Chiesa» per il fatto che questa è il sacramento dell'azione di Cristo che opera in lei grazie alla missione dello Spirito Santo. E sono «per la Chiesa», sono cioè i sacramenti che fanno la Chiesa, in quanto manifestano e comunicano agli uomini, soprattutto nell'Eucaristia, il mistero della comunione del Dio Amore, uno in tre Persone. I sacramenti sono ordinati alla santificazione degli uomini, all'edificazione del corpo di Cristo, e, infine, a rendere culto a Dio. Di fatto il Signore ci rende santi ogni volta che celebriamo i sacramenti e allo stesso tempo diventiamo sempre più membri del Corpo di Cristo che loda continuamente al Padre. In quanto segni, i sacramenti, hanno poi anche la funzione di istruire. Non solo suppongono la fede, ma con le parole e gli elementi rituali la nutrono, la irrobustiscono e la esprimono; perciò vengono chiamati sacramenti della fede che conferiscono la Salvezza operata da Cristo Gesù. San Tommaso riassume così le diverse dimensioni del segno sacramentale: «Il sacramento è segno commemorativo del passato, ossia della passione del Signore; è segno dimostrativo del frutto prodotto in noi dalla sua passione, cioè della grazia; è segno profetico, che preannunzia la gloria futura».