Pellegrinando: Pellegrinaggio a Roma

Un “buongiorno”! In viaggio verso il Santo Padre

--------------------------------------------------------------------------------------------------------------

 

Di Silvia Capecci e Giorgia Mori

Arrivati a Roma molto presto appena possibile ci siamo catapultati in piazza S.Pietro ansiosi di vedere, salutare e ascoltare il nostro Santo Padre dal vivo per la prima volta tutti insieme. Dopo molti saluti alla folla e baci inviati anche a due dei nostri bambini parrocchiani, il papa ha cominciato la sua omelia proprio con un semplice e allegro “Buongiorno!”.
Papa Francesco ci ha detto che l’uomo è come un viandante che nel suo viaggio pieno di difficoltà ha sete di acqua viva: lo Spirito Santo che Gesù riversa nei nostri cuori. Lo Spirito Santo disseta la nostra vita e noi dobbiamo riuscire ad ascoltarlo. Ma cosa ci dice lo spirito santo? Dice: “DIO TI AMA!”. Dobbiamo ascoltare ciò che ci dice Dio e compiere le nostre azioni secondo ciò che Egli ci dice perché è questo che fa un cristiano. Dio è Amore, e noi i Suoi testimoni.
Ciò è stato ricordato anche dal nostro vescovo Gervasio Gestori alla messa svoltasi nel Santuario del Divino Amore con tutta la diocesi di San Benedetto. Il vescovo è rimasto colpito dal bellissimo sorriso di Papa Francesco che ha potuto osservare da vicino. Ha ribadito le parole pronunciate nella mattinata dal Santo Padre sullo Spirito come sorgente inesauribile di vita. Ha concluso con il ricordare la Madre di Gesù, Maria che è appunto Divino Amore. 
Una giornata ricca di emozioni soprattutto per il nostro parroco Don Luis che si è ritrovato a stringere fra le sue mani proprio quelle di papa Francesco col quale ha avuto occasione di scambiare due parole.
Stanchi ma col cuore colmo di gioia siamo tornati in Valtesino speranzosi di poter ripetere l'esperienza nuovamente anche con i nostri amici che non hanno potuto partecipare.