Celebrazioni: Anniversario di Creazione della Parrocchia

 

 

1961 – 2011: 50 ANNI DI COMUNITÀ PARROCCHIALE

---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

di Alessio Rubicini


 1.jpg  

8 Settembre 1961 – 8 Settembre 2011… La Parrocchia Madonna di Fatima ha festeggiato le sue nozze d’oro, i suoi primi Cinquant’Anni di storia. La festa per il 50° Parrocchiale, che ha rappresentato il culmine di un intenso periodo di preparazione vissuto in quest’anno dalla nostra Comunità Parrocchiale, si è svolta, appunto, lo scorso Giovedì 8 Settembre nel giorno dell’Anniversario di Creazione della Parrocchia.

La serata ha visto la presenza in mezzo a noi di Mons. Romualdo Scarponi, Vicario Generale della nostra Diocesi, che ha presieduto la solenne Celebrazione Eucaristica nella Festa della Natività della Beata Vergine Maria in una Chiesa gremita come in tutte le più importanti occasioni. Erano, infatti, presenti molti parrocchiani, che non hanno voluto mancare a questo importante ed irripetibile appuntamento, il Sindaco di Ripatransone Paolo D’Erasmo, accompagnato dal Gonfalone Comunale e dagli Assessori Remo Bruni, Maurizio De Angelis e Giovanni Piunti, ed una folta rappresentanza delle Confraternite di Ripatransone a testimoniare, come ha sottolineato il Parroco Don Luis, il profondo legame tra la nostra Comunità di Valtesino e l’intero Comune di Ripatransone del quale tutti siamo parte.

All’inizio della Celebrazione Mons. Scarponi ha salutato tutti i presenti e, in modo particolare, i sacerdoti concelebranti Don Luis Sandoval, il nostro parroco, Don Giacomo Novelli, nostro Parroco Emerito, Don Lorenzo Bruni e Don Zbigniew Michal Kiszko, rispettivamente Parroco e Viceparroco delle Parrocchie di Ripatransone.

Nell’omelia Mons. Scarponi ha sottolineato come “La Parrocchia non sia fondata su simpatie o capacità personali ma sul Vangelo di Cristo ed a questo dobbiamo far riferimento sempre, essendo la bussola che ci indica la strada. La Parrocchia sa che può sempre contare su Cristo che si dona a noi nell’Eucaristia come pane che ci dà la forza e ci sostiene. La Parrocchia, sull’esempio delle prime Comunità Cristiane, vive unanime e concorde nella Preghiera, nell’Ascolto della Parola di Dio, nella Frazione del Pane e nella Comunione Fraterna e la corresponsabilità. Una Comunità accogliente e dialogante può trovare le vie per instaurare rapporti di amicizia e fornire risposte alla sete di Dio che è presente nel cuore di ogni persona. La Parrocchia vive favorendo i vari carismi. Tutti siete chiamati a donare i vostri carismi, nessuno si deve e si può sentire dispensato. La Parrocchia non è mai chiusa in se stessa ma sempre aperta soprattutto nella solidarietà verso chi ha bisogno di aiuto, di comprensione, di perdono. La vostra Parrocchia è e deve essere punto di riferimento e luogo di appartenenza per sentirvi più famiglia. Venite in Parrocchia, vivete nella vostra parrocchia, non lasciate da solo il vostro Parroco Don Luis anzi fatelo lavorare di più con voi. Non è un rimprovero ma un segno di amicizia verso di lui. La Parrocchia confida nella Provvidenza e nella collaborazione dei suoi figli”.

Al termine dell’omelia, poi, Mons. Romualdo ha evidenziato il profondo legame di amicizia che lo legava al nostro carissimo Parroco Don Ubaldo Grossi, deceduto troppo presto, che ha lasciato un profondo ed indelebile ricordo nel cuore di noi parrocchiani. Mons. Romualdo ha ricordato come egli, giovane sacerdote, veniva spesso in Valtesino per imparare ad essere un vero sacerdote da Don Ubaldo che gli ha trasmesso l’amore per tante iniziative da poter attuare in Parrocchia (es.: la realizzazione del Presepe Parrocchiale) e che l’ha sempre accompagnato con la sua amicizia.

Al termine della Celebrazione Eucaristica il Parroco Don Luis ha salutato Mons. Scarponi, i sacerdoti presenti, le autorità, le Confraternite Ripane e tutti i parrocchiani intervenuti invitando tutti a visitare la Mostra Fotografica allestita in occasione del 50° nel Salone Parrocchiale “Don Ubaldo Grossi” ricordando come la nostra Comunità è in crescita e destinata ad accogliere coloro che verranno ad abitare nel nuovo Borgo Residenziale “La Vigna”. “Dopo Cinquant’anni di storia è importante ricordare il passato per poter vivere meglio il nostro presente e poterci orientare verso il futuro che ci attende, un futuro caratterizzato dall’accoglienza verso i nuovi abitanti della zona. Ci aspetta un arduo lavoro, quello di continuare a costruire una Comunità di fede”.

Dopo la messa si è svolta una fiaccolata attorno al Complesso Parrocchiale con l’Immagine della Madonna di Fatima e successivamente la serata è proseguita con un momento di festa nel Piazzale Parrocchiale dove i presenti hanno potuto gustare le ottime specialità offerte dai parrocchiani ed ammirare lo spettacolo dei fuochi pirotecnici, offerto dal Comitato Festeggiamenti, che ha salutato questi nostri primi Cinquant’anni di storia. Una storia che, come ha sottolineato Mons. Romualdo, “deve ora continuare e può continuare solo se ciascuno dei parrocchiani si mette in comunione con questa vostra bella famiglia parrocchiale e con il vostro Parroco Don Luis”.