Preparazione alla Solenne Celebrazione del Centenario

delle Apparizioni della Madonna

ai tre Pastorelli nella Cova d' Iria a Fatima

Qui tutte le informazioni: Festeggiamenti - Catechesi - Pellegrinaggio

festa_madonna_di_fatima_2012.jpg

AAA  CERCASI: La comunità ha bisogno di catechisti.
Il Catechista è un cristiano che vive la propria fede e che cerca di approfondirla, conoscerla, condividerla con altri cristiani diventando un mediatore del Vangelo con la propria testimonianza di vita, con una solida spiritualità e nutrendosi dell’insegnamento della Chiesa. È un credente chiamato dal Signore per stare con Lui e per annunciare la Buona Nuova del Regno. Un uomo o donna che trasmette la Parola di Dio e cerca di sradicare il male con la potenza di Cristo. Il catechista non è un scienziato della fede. Tutti abbiamo iniziato senza una preparazione specifica, ma con il desiderio di imparare con i ragazzi e con la consapevolezza che solo donando si riceve. Chi fosse disponibile si faccia avanti coraggiosamente: abbiamo bisogno di cristiani disponibili a trasmettere la fede.


 

Celebrazioni: Festa Madonna di Fatima 2017

lancora_135_-_17_-_festa_madonna_di_fatima_2016.jpg

MdF-2017: Il Biglietto di don Luis

lancora 135 - 03 - festa madonna di fatima 2017.jpg

Catechesi

CATECHESI   PARROCCHIALE

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------


Nello scorso mese di Ottobre abbiamo iniziato la catechesi di quest’anno con un incontro per i genitori ricordando loro che la Catechesi è lo sviluppo fondamentale dell’annuncio della Parola di Dio per guidare l’itinerario degli uomini alla fede, dalla riscoperta del Battesimo fino alla pienezza della Vita Cristiana. Infatti, il Documento Base afferma, al n° 38, che l’obiettivo fondamentale della catechesi è “educare al pensiero di Cristo, a vedere la storia come lui, a giudicare la vita come lui, a scegliere e ad amare come lui, a sperare come insegna lui, a vivere in lui la comunione con il Padre e lo Spirito Santo”. Tale obiettivo resta ancora molto lontano. Tuttavia mi pare opportuno e doveroso sottolineare i compiti della catechesi:
-     favorire la conoscenza più intima e profonda del Signore Gesù e del Mistero della Trinità per comprendere progressivamente tutta la verità del progetto divino
-     educare alla vita liturgica della Chiesa incoraggiando all’orazione, al ringraziamento, al senso comunitario, al linguaggio simbolico affinché i credenti abbiano una partecipazione più consapevole e attiva nella celebrazione.
-     formare la coscienza morale dei credenti secondo il disegno di Dio trasmettendo gli insegnamenti e atteggiamenti di Cristo.
-     Insegnare a pregare per raggiungere la comunione con Cristo in tutta la sua profondità  
D’altra parte è importante, come insegnano tutti i documenti della Chiesa, tener presente il riferimento alla vita cristiana che dovrà contribuire a superare una visione riduttiva della catechesi, quasi avesse come unico scopo un approfondimento astratto della dottrina cristiana o l’esclusiva preparazione ai sacramenti.
Diventa, dunque, necessario che la vita cristiana si sviluppi e cresca armonicamente nell’ascolto della Parola di Dio, nell’incontro con Cristo nei Sacramenti e nell’impegno di testimonianza con cui il credente agisce nel mondo rinnovandolo con il dono della carità. La carità e la misericordia sono l’espressione del nostro credere e la concretezza della nostra preghiera giacché solo nell’autentica vita cristiana si manifestano le parole del Signore: “Io vi do un nuovo comandamento: che vi amiate gli uni gli altri. Come io vi ho amati, anche voi amatevi gli uni gli altri. Da questo conosceranno tutti che siete miei discepoli, se avete amore gli uni per gli altri” (Gv. 13, 34 – 35)

Documenti: Lettera alle famiglie N.132 - Novembre

 

Carissimi, sin dall’inizio di quest’anno abbiamo insistito su quanto sia oggi difficile trasmettere la nostra Fede alle nuove generazioni. Abbiamo segni di speranza guardando il numero delle iscrizioni dei ragazzi per la Catechesi o il desiderio di Fede con la richiesta di sacramenti, non manca la generosità e la perseveranza di molti Parrocchiani ma, tuttavia, la nostra fragilità umana, la frenesia della nostra quotidianità, la superficialità delle nostre tradizioni, la crisi sociale dei valori morali e l’imperante indifferenza religiosa sono causa di un crescente assenteismo nella vita parrocchiale.

leggi tutto_1.jpg

Adorazione Eucaristica

40ore.jpg
Ogni primo giovedì del mese alle 21.15 si svolge nella nostra parrocchia l'Adorazione Eucaristica.

L'Adorazione Eucaristica è un momento privilegiato per sostare davanti Gesù e presentargLi  le nostre lodi, i nostri ringraziamenti, le nostre preghiere, adorarlo con tutto il cuore facendo spazio unicamente a Lui, vivo e presente, che con il suo immenso amore parla ai nostri cuori a volte delusi, tristi e soli. La Sua luce rigenera la nostra fede, la Sua parola accompagna i nostri passi sulla via della salvezza eterna.E un'ora che ci permette di sperimentare la bellezza della preghiera comunitaria. Non mancare,Gesù ti aspetta ! 

Storia: Nostra Signora di Fatima

250px-childrensoffatima.jpg

 Fra le apparizioni mariane, quelle relative a Nostra Signora di Fatima sono tra le più famose. Secondo il loro racconto, tre piccoli pastori, i fratelli Francisco e Giacinta Marto (9 e 7 anni) e la loro cugina Lucia dos Santos (10 anni), il 13 maggio 1917, mentre badavano al pascolo in località Cova da Iria (Conca di Iria), vicino alla cittadina portoghese di Fátima, riferirono di aver visto scendere una nube e, al suo diradarsi, apparire la figura di una donna vestita di bianco con in mano un rosario, che identificarono con la Madonna. Dopo questa prima apparizione la donna avrebbe dato appuntamento ai bambini per il 13 del mese successivo, e così per altri 5 incontri, dal 13 maggio fino al 13 ottobre.

                                                                                                                                   leggi tutto_1.jpg

Pellegrinaggio del Santo Padre Benedetto XVI a Fatima.